Cavolfiore viola: cos’è

Il cavolfiore viola è un incrocio tra cavolfiore comune, cavolo e broccolo. Il suo colore viola, che lo differenzia dal cavolfiore comune, è dovuto ad un contenuto molto alto di antociani e carotenoidi. Può essere utilizzato in cucina in vari modi e spesso viene scelto al posto di quello comune per via della colorazione naturale che dona ai piatti.

Cavolfiori viola: proprietà

Il cavolfiore è ricco di benefici per il nostro organismo. Contiene alti livelli di antociani, una classe di flavonoidi che aiuta il corpo a combattere i radicali liberi. Il cavolfiore viola è anche un antiossidante naturale: interviene sui processi di invecchiamento delle cellule, ritardandone gli effetti degenerativi. Secondo alcuni studi, il cavolfiore viola ha anche potere antitumorale, grazie alle sue proprietà depurative, lenitive e alla presenza di fibre alimentari amiche del metabolismo. Il cavolfiore viola potenzia il sistema immunitario e apporta benefici alle ossa grazie al suo apporto in termini di sali minerali, come calcio, magnesio e potassio, che aiutano a prevenire l’osteoporosi e rafforzare le ossa. L’alta presenza di amminoacidi fa del cavolfiore viola un alleato per chi soffre di ipertensione arteriosa.

Contenendo zolfo, viene considerata un antisettico naturale: aiuta la remissione da infezioni e virus e accelera il processo di guarigione da ferite e raffreddori. Infine, è ricco di beta-carotene, che lo rendono un potente antiossidante. Come il cavolfiore comune, anche il cavolfiore viola è un ortaggio decisamente light ma molto nutriente: 100 grammi di cavolfiore viola equivalgono ad appena 25 calorie

Lascia un tuo Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *